Chi Siamo

Diego Camillozzi

Presidente

è nato a Camerino, ha sempre vissuto a Muccia (MC) tranne gli ultimi due anni trascorsi a Pievetorina (MC). Molto legato a questi luoghi nei quali fin da piccolo assieme al Parroco tutte le settimane dei periodi estivi, andavano alla conquista delle cime dei monti sibillini, avventure che hanno avuto seguito durante il percorso fatto negli scout di Camerino. Ha giocato in quasi tutte le squadre di calcio della zona montana anche come allenatore, le stesse zone erano aree lavorative di rappresentanza, un lavoro fatto di amicizia e conoscenza interrotto da questo maledetto terremoto, lo stesso ha lesionato gravemente la casa e dal 27 settembre si trova sfollato lungo la costa anche con il figlio Ivan e la mamma purtroppo malata. E’ stato il promotore della manifestazione dei terremotati del 2 febbraio a Roma perché da subito si è capito che il problema era più grande di ciò che si prospettava e dove la delegazione è stata ricevuta dalle più alte cariche dello Stato. Continuando a credere nella politica della collaborazione, ma ribadendo con fermezza i diritti dei terremotati, si è costituita un’ associazione di volontariato no-profit, nata per tutelare le fasce più deboli della popolazione e adoperarsi per progetti a sfondo sociale.

Venanzo Ronchetti

Direttivo

Nato il 1945 a Serravalle di Chienti ed ivi residente. E’ stato sindaco del comune di Serravalle di Chienti dal 1993 al 2004,vice sindaco dal 2004 al 2014. E’ stato per 5 anni assessore alla comunità montana di Camerino,seguendo sempre il settore dei servizi sociali. Ha scelto di partecipare attivamente alla vita associativa e di entrare nel direttivo, per mettere a disposizione la sua esperienza della ricostruzione dopo il sisma del 1997

Sante Elisei

Direttivo

46 anni, è cresciuto e vive a Camerino (MC) con la sua compagna Sabina e il loro figlio Alessandro. Dal 26 ottobre 2016 ha dovuto lasciare la casa gravemente lesionata dal sisma nel centro storico di Camerino, ad oggi nell’intera zona è interdetto l’accesso. La cosiddetta “zona rossa” è presidiata dall’esercito per evitare atti di sciacallaggio ed è il più grande centro storico del “cratere sismico” completamente disabitato. È nel direttivo dell’associazione perché vuole impegnarsi nella rinascita di questo splendido territorio montano

Ludvina Cinti

Direttivo

è nata a Camerino (MC) nel 1976. Tranne un breve periodo ha sempre vissuto a Pieve Torina (MC), paese di origine dei nonni paterni, dove i genitori si sono trasferiti dal Belgio. La famiglia materna è in Belgio, dove Ludvina si reca quasi tutti gli anni e dove ha trascorso lunghi periodi da piccola. Dal 27 ottobre 2016 è terremotata e sfollata a Porto Sant’Epidio, è costretta a vivere ad oltre 100 chilometri dalla casa inagibile, ma non si arrende!

Fabiana Foresi

Direttivo

classe ‘70, nata e cresciuta ad Osimo (AN) dove vive tutt’ora. Ha frequentato l’Università a Camerino, dove ha vissuto il terremoto Marche-Umbria del 1997, ed è molto legata sia alla città che agli amici conosciuti nel periodo di studi che ancora oggi risiedono nella zona. L’attaccamento verso il territorio è anche dettato dalla lunga esperienza Scout che le ha fatto scoprire in lungo e in largo i meravigliosi sentieri e paesaggi dei Monti Sibillini. Ha scelto di partecipare attivamente alla vita associativa perché in troppi hanno detto “Non vi lasceremo soli” senza mantenere questa promessa.

Gino Scolastrici

Direttivo

Classe '66 nato e residente a Camerino anche lui colpito dal terremoto, lavoratore autonomo persona stimata dalle sue molte amicizie locali. Sfollato in attesa della casetta (s.a.e.).

  • +39
  • @